Guam

Bandiera Guam

Capitale Hagåtña/Agana 
Abitanti 182.111
Estensione  Kmq 561
Valuta Dollaro statunitense  USD 1,2141 =1€
Fuso orario +9h, +8h se ora legale in Italia
Elettricità  110 V, presa AB
Lingua Inglese, chamorro
Aeroporti  Agana

Hagatña (originariamente conosciuta come Agaña) è stata il centro dell’isola sin da quando gli spagnoli si diedero a ristrutturare l’isola in nome di Dio. La città, ricca di parchi e di edifici storici, è di dimensioni adatte a essere visitata a piedi nello spazio di un pomeriggio. In centro si vedono le rovine dell’antica Casa Gobierno, il palazzo del governatore, che risale al 1736. E’ da vedere la statua rotante di papa Giovanni Paolo II situata nel luogo stesso in cui egli celebrò la messa nel 1981. Il pontefice piroettante vince in fantasia la Statua della Libertà in miniatura che si trova nella zona nord della città all’interno del Paseo de Susana Park. Nell’area sud-orientale del parco si erge la statua del capo Quipuha, condannato alla perenne contemplazione del traffico congestionato della principale arteria della capitale, Marine Drive. Quipuha è celebre per aver donato l’appezzamento di terra necessaria alla costruzione della prima chiesa cattolica di Guam, luogo in cui sorge ora la cattedrale Dulce Nombre de Maria nella centrale Plaza de España. Accanto si trova il Latte Park, così chiamato a causa dei misteriosi pilastri di pietra – o latte – trasportati fin qui da un antichissimo villaggio chamorro. Si ritiene che queste colonne, datate intorno al 500 d.C., costituissero un tempo le fondamenta di edifici di dimensioni imponenti eretti dagli abitanti originari dell’isola.

Ritidian Point: sulla punta più settentrionale di Guam, un rifugio della fauna selvatica nazionale e la sede di una delle più incontaminate spiagge di Guam. Nei giorni feriali la spiaggia è splendidamente vuota ad eccezione di alcuni pescatori, mentre nel fine settimana si riempie con le famiglie che vi si recano anche per fare pic-nic.

Underwater world Guam: situato in 1245 Pale San Vitores Rd Pale San Vitores Rd, Tamuning, è uno degli acquari fatti a tunnel più lunghi del mondo ed è l’unico presente in Guam.

Tumon Bay è la principale località turistica di Guam, si trova sulla spiaggia appena fuori Hagatña. Si tratta di un centro balneare costituito essenzialmente da alberghi, locali notturni e ristoranti allineati lungo un’unica strada centrale, destinato soprattutto al pubblico giapponese dei viaggi organizzati tutto compreso e caratterizzato quindi da prezzi abbastanza elevati. L’acqua della Tumon Bay è poco profonda e con la bassa marea si può guadare la baia a piedi per raggiungere la barriera corallina. Dove ora si stende l’Y’Pao Beach Park, sul lato sud-occidentale della baia, anticamente sorgeva un villaggio chamorro, oltre a una colonia penale e a un lebbrosario, ma oggi è il luogo in cui si svolgono le feste più animate. Sull’estremità opposta della baia si trova la Gun Beach, una spiaggia che deve il suo nome a un vecchio e arrugginito pezzo d’artiglieria giapponese nascosto nel folto sottobosco della giungla ai piedi della scogliera settentrionale. La spiaggia è interessante per la sua ‘sabbia di stelle’, fatta di minuscoli grani di colore arancio con punte a forma di stella. In realtà si tratta di conchiglie di carbonato di calcio prodotte da un protozoo molto comune sugli scogli di Guam.

Inarajan è un tranquillo villaggio in cui alla ricchezza di profumi e sapori tipicamente chamorro di tutta l’isola è mescolato un pizzico di atmosfera spagnolesca; esso è appollaiato sulla scoscesa e molto panoramica costa sud-orientale di Guam. Lungo il litorale è situato il Chamorro Cultural Village, un complesso di tettoie di bambù e paglia, costruito con finanziamenti statali, che ospita un’esposizione dell’artigianato tradizionale chamorro. La Salugula Pool è un bacino naturale di acqua salata dotato di trampolini per tuffarsi e ponti ad arco. Procedendo lungo la strada s’incontrano le rovine di una chiesa battista in cemento costruita nel 1925 e una scultura in bronzo raffigurante una battaglia tra due capi chamorro, Malaguana e Gadao. Nascosta nella scogliera della baia di fronte a Inarajan si trova la Gadao’s Cave, una grotta decorata con pitture rupestri attribuibili, pare, alla mano dello stesso Gadao. Un’altra escursione interessante da Inarajan è quella alle Talofofo Falls, una cascata disposta su due diversi livelli con piccole piscine. La tariffa d’ingresso ha una certa consistenza. Non lontano si trova il TalofofoBay Beach Park, uno dei luoghi migliori per dedicarsi al surf.

Cocos Island si trova a circa 3 km al largo della punta meridionale di Guam, un’isola circondata da una barriera corallina piuttosto ampia e ricca di magnifiche spiagge e lagune. La maggior parte dell’isola è di proprietà privata, ma la zona occidentale – un tempo base della Guardia Costiera statunitense – fa ora parte di un complesso di parchi territoriali. Il parco, chiamato Dano, è raggiungibile a piedi dal molo del centro turistico o noleggiando una barca privata ed è attrezzato per il picnic e il campeggio. Cocos è collegata a Guam grazie a barche che partono diverse volte al giorno dalla cittadina di Merizo.

Pago Bay Vista Point è un punto panoramico non segnalato lungo la costa centro-orientale di Guam e immediatamente fuori dal centro abitato di Yona. Da qui lo sguardo spazia sul tratto finale del corso del fiume Pago nel punto in cui sfocia nell’ampia ansa di Pago Bay. Qui sorgeva un tempo un villaggio spagnolo i cui abitanti nel 1856 furono interamente spazzati via da un’epidemia di vaiolo. Secondo la leggenda esisteva un tempo un pesce gigantesco che, avendo come obiettivo di spezzare l’isola in due nel suo punto più stretto, non smetteva di mordicchiare la terra proprio in quel punto; Guam fu salvata da una donna la quale, tessuta una rete con la sua lunghissima chioma, pescò il malefico pesce liberando l’isola dalla minaccia.

Mt Jumullong Manglo e Mt Lamlam

Il monte Jumullong Manglo (o Humuyung Manglu, 385 m) si trova all’interno di Cetti Bay. Sulla sua vetta si vedono grandi croci di legno, trasportate ogni anno in occasione della processione del Venerdì Santo dai tradizionali portatori di croci. Un sentiero più impegnativo e non chiaramente indicato porta ai 400 m della cima del monte Lamlam, il punto più alto di Guam. Lamlam significa ‘lampo’, quindi è forse meglio evitare di salirci durante un temporale.

Molto mite durante tutto l’anno, la temperatura media annuale è di 27 °C. Vi sono abbondanti precipitazioni durante l’anno con una media di 150 pollici di pioggia per anno. La stagione delle piogge si concentra durante i mesi di luglio, agosto, settembre e ottobre. Tifoni tropicali con forti venti possono svilupparsi durante tutto l’arco dell’anno, anche se il periodo in cui ricorrono più frequentemente è da fine agosto a dicembre.

Passaporto. È obbligatorio ottenere un’autorizzazione ESTA (vedi regole per l’ingresso negli Stati Uniti).

Nessuna vaccinazione obbligatoria.

Internazionale.

Guam è l’isola più grande dell’ Arcipelago delle Marianne. Famosa per i turisti Giapponesi e per i soldati della Marina Americana è un’isola cosmopolita e piena di energia. La capitale, Hagåtña, ospita edifici storici di epoca Spagnola, mentre poco lontano lungo la costa si trova la baia di Tumon, il principale centro turistico. Guam offre sole, spiagge e bellezze naturali, sebbene la maggior attrazione di richiamo sono le favolose opportunità di acquisti esentasse. Guam è la più meridionale e la più grande delle isole Marianne, situata nell’Oceano Pacifico occidentale approssimativamente 1550 miglia a sud del Giappone e a 3300 miglia a occidente delle Hawaii. E’ il più occidentale dei territori degli Stati Uniti e una delle principali destinazioni turistiche del Pacifico occidentale. Lunga circa 30 miglia e larga fra le quattro e le nove miglia l’isola e’un paradiso tropicale che offre un plateau di ondulate colline e rilievi che si alzano fino a 600 metri sul livello del mare nella parte nord e numerose radure, fiumi e cascate nella parte centrale e meridionale. Il lungo mare a Tumon Baye e’il punto focale per le attività turistiche. L’ incantevole sabbia bianca e le calde acque cristalline invitano al nuoto, alle immersioni e a rilassarsi nelle acque e sulle spiagge del mare delle Filippine. Gli antichi Chamorro, abitanti originari dell’isola, si crede siano di discendenza Indo-Malese, con affinità culturali e linguistiche con Indonesia, Malesia e Filippine. L’arrivo di Ferdinando Magellano nel 1521 e’ stato il primo contatto con l’occidente di cui si abbia notizia. Ufficialmente la Spagna prese possesso dell’isola nel 1565 e per più di 3 secoli mandò funzionari e missionari per convertire gli abitanti alla cultura europea e alla fede cattolica. In seguito alla guerra Ispano-Americana Guam fu ceduta agli Stati Uniti nel 1898 e posta sotto l’amministrazione giuridica della Marina Militare Statunitense e tale rimase fino al 1941 quando fu occupata dalle forze giapponesi durante la Seconda Guerra Mondiale. Guam rimase sotto il controllo giapponese fino a quando fu riconquistata dagli Americani nel luglio del 1944. L’isola divenne un “territorio non incorporato” degli Stati Uniti nel 1949 con limitate forme di autogoverno. Oggi Guam e’ una destinazione cosmopolita di cultura fondamentalmente Chamorro ma ha risentito molto dell’occupazione spagnola, dell’influenza della chiesa cattolica e della sua condizione di territorio degli Stati Uniti. Negli ultimi cinquant’anni la cultura dell’isola è stata anche influenzata dall’arrivo di molti immigrati cinesi, filippini, giapponesi, coreani e della Micronesia, che hanno portato con sè le proprie tradizioni culturali e culinarie. Con le sue splendide spiagge di sabbia bianca, l’amplissima scelta di attività legate al mare, i richiami storici e culturali, la cucina internazionale, Guam attrae persone dai gusti più’ disparati.

Le informazioni ivi contenute hanno puro carattere informativo, non si risponde di eventuali inesattezze e si invita a consultare gli aggiornamenti tramite le competenti autorità. Queste informazioni sono state realizzate attingendo: alla pagina dei tassi di cambio giornalieri comunicati dalla Banca d’Italia alla data del 31 dicembre 2014 per la valuta;  agli standard elettrici nel mondo pubblicati su Wikipedia per elettricità e prese;  alle informazioni inerenti capitale, abitanti, estensione, fuso orario, lingua,  documenti d’accesso, indicazioni sanitarie, patente automezzi, indicazioni speciali, contenute sul sito della Farnesina www.viaggiaresicuri.it nelle date comprese tra il 10 novembre e il 30 dicembre 2014.

Per il viaggio su misura dei tuoi desideri, o per i prezzi dei nostri pacchetti, compila i campi qui sotto oppure scrivici a info@mondoemozioni.com

Print Friendly, PDF & Email
Share This