Canada

Bandiera Canada

Capitale Ottawa 
Abitanti 35.158.320
Estensione  Kmq 9.970.610 
Valuta Dollaro canadese  CAD 1,4063=1€
Fuso orario Il Canada comprende 6 fusi. Rispetto all’Italia: Terranova e Labrador -4h30’; Nova Scotia, New Brunswick -5h; Quebec, Ontario, Nunavut orientale -6h; Manitoba, Saskatchewan, Nunavut occidentale – 7h; Alberta e Territori del Nord Ovest – 8h; British Columbia e Yukon -9h.  L’ora legale canadese è in vigore dalla seconda domenica di marzo alla prima domenica di novembre, mentre in Italia dall’ultima domenica di marzo all’ultima domenica di ottobre. Nei periodi di non sovrapposizione con l’ora legale italiana la differenza di fuso si riduce di un’ora (esempio da -6 a -5).
Elettricità 120 V, presa AB
Lingua Inglese e francese
Aeroporti  Montréal YMQ YMX YUL YHU, Toronto YTO YTZ YYZ YHM, Vancouver YVR YDT CXH, Ottawa YOW YRO YND , Winnipeg YWG, Calgary YYC, Québec YQB, Edmonton YEA YEG YXD, Halifax YHZ.

Montréal sorge su un’isola bagnata dal fiume San Lorenzo. Rue Saint-Laurent divide la città in due grandi parti: a ovest i quartieri benestanti e anglofoni e il quartiere degli affari, a est i quartieri francofoni e le fabbriche.

Vi sono numerosi musei: quello delle Belle Arti, d’Arte Contemporanea, di Archeologia e di Storia, di Arti decorative, del Cinema del Québec. Tra i più curiosi c’è il Museo Juste pour Rire, dedicato all’umorismo. Da vedere il Parc des Iles, il più grande parco di Montréal per gli sport e il tempo libero, e il Planetario Down con un interessante spettacolo giornaliero. Interessante anche la Biocupola, al cui interno sono riprodotti i quattro ecosistemi dell’America.

Per godere il panorama dall’alto niente di meglio che una visita al monte Royal, dove tra l’altro è possibile ascoltare i musicisti che si esibiscono in spettacoli di percussioni. A Montréal ogni anno, tra la fine di giugno e l’inizio di luglio, si svolge il Festival del Jazz, una delle manifestazioni più importanti nel suo genere.

Québec è un’antica città, molto bella e ricca di atmosfera, estremamente vivibile, con tutto il centro storico tenuto ad area pedonale. La nascita della città è raccontata nel diorama del Québec Experience; il panorama si osserva dall’Osservatorio della Capitale.

Seguendo i bastioni si giunge alla Cittadella. Da vedere la Basilica di Notre Dame du Québec, la più antica parrocchiale del continente nordamericano, e il Castello di Frontenac, in stile rinascimentale francese, tanto grande da ricordare quelli delle favole. La Galerie aux Multiples Collections è completamente dedicata all’arte inuit.

Toronto sorge sulle sponde del lago Ontario. Simbolo della città è la CN Tower, l’edificio più alto del mondo. Anche Toronto è una città fortemente multietnica, dove convivono Chinatown e Little Italy. È la più grande metropoli canadese e offre tutte le attività culturali e ricreative delle grandi città mondiali. Vanta i musei più prestigiosi dell’America settentrionale, come il Royal Ontario Museum o l’Art Gallery of Ontario. Vi hanno luogo anche la maggior parte delle produzioni teatrali e televisive e molte manifestazioni musicali.

Vancouver è considerata una delle città più belle del mondo, incastonata in una cornice di superbe montagne. È una città cosmopolita nella quale molte e diverse culture si incontrano. Numerose le gallerie e i musei, come la Art Gallery. Gli studi d’arte si trovano soprattutto nel quartiere di Granville Island, pieno anche di mercatini e ristoranti alla moda. Amatissima dal mondo del cinema, è conosciuta anche come la Hollywood del Nord. Per vedere la città dall’alto bisogna salire fino sulla cima della Grouse Mountain.

Ottawa, la capitale del Canada, è situata sul Fiume Ottawa e si affaccia sulla provincia del Quebec. La città è per la maggior parte bilingue ed ha una varietà di influenze culturali e moderne che ne fanno una delle città in più rapida crescita del Nord America. La Parliament Hill (Collina del Parlamento) è l’attrazione più famosa del luogo e si trova in centro, da dove domina dall’alto il Fiume Ottawa. Nell’isolato centrale del complesso si possono vedere sia la House of Commons (la Camera dei Deputati), che il Senato. Il Museo della Guerra Canadese traccia la storia militare del paese nel corso di centinaia d’anni, mentre il Museo della Civilizzazione documenta la storia del Canada coprendo un periodo di oltre 3000 anni. Ottawa ha anche un eccellente museo della scienza e di storia naturale oltre ad una Galleria Nazionale la cui entrata è gratuita. Il contributo culinario di Ottawa è la ‘coda di castoro’, che è un dolce soffice fritto e cosparso di zucchero e cannella.

Luoghi di interesse

Per chi ama l’avventura e il rischio, la solitudine e la diversità, niente di meglio che visitare nella stagione appropriata il grande Nord, l’immenso e disabitato territorio ghiacciato che si estende fino all’oceano Artico.

Cascate del Niagara

Le Cascate del Niagara, situate ad appena un ora e mezza di macchina da Toronto e famose in tutto il mondo, sono una delle cose da non perdere se visitate l’Est del Canada. Ogni anno le tre cascate principali attraggono milioni di turisti nella città di Niagara Falls, in Ontario. La città ha anche ottimi ristoranti, alloggi e numerosi divertimenti notturni. Le tre cascate principali includono: le Cascate Horshoe (Cascate Canadesi), le Cascate Americane e le più piccole Cascate del Velo da Sposa (Bridal Veil Falls). Tutte le cascate hanno un’imponenza ed una bellezza da togliere il fiato e si possono vedere molto chiaramente dal lato Canadese del confine.

Le Montagne Rocciose

Le Montagne Rocciose sono una delle icone del patrimonio Canadese, e mantengono le aspettative sotto ogni punto di vista. Ci sono diverse maniere per visitare questi monoliti di grandiosità naturale, ognuna delle quali offre la possibilità di apprezzare cose differenti. Potete guidare attraverso le Montagne Rocciose o intraprendere un viaggio panoramico in treno, un’alternativa molto popolare. Sono anche disponibili moltissimi tour organizzati. Tra le città alpine più popolari troverete Jesper, Banff e Kimberley, mentre le sorgenti di acqua calda di Radium e Fairmont offrono vedute panoramiche spettacolari durante tutto l’anno. L’Icefields Parkway è la porta d’ingresso per avventure immersi nella flora e fauna selvatica del luogo, mentre i Parchi Nazionali di Yoho hanno aree ricreative e offrono la possibilità di praticare eccezionali attività alpine.

Le temperature medie estive e invernali del Canada variano a seconda della porzione di territorio cui si fa riferimento. Gli inverni sono molto rigidi nella maggior parte delle regioni del Paese, particolarmente nell’entroterra dove le temperature medie durante tale periodo oscillano intorno ai −15 °C, con picchi sotto i −40 °C. Nello Yukon le medie di gennaio arrivano a −34 °C con un record di −62 °C (2ª temperatura minima in Nord America dopo Prospect Creek in Alaska con i suoi −62,1 °C). Nell’entroterra il suolo è coperto dalla neve da 3 a 5 mesi l’anno per le regioni meridionali; il manto nevoso copre il suolo per 6 mesi nelle zone centrali e 7 o 8 mesi al nord. Nei punti più settentrionali la neve è perenne. La costa occidentale del Canada gode di inverni meno rigidi dell’interno e piovosi, con temperature medie in gennaio anche superiori a 0 °C. Le precipitazioni nevose sono discontinue e non durano più di due settimane. La costa orientale fino al 50º parallelo ha un clima continentale (circa −7° a gennaio e 22° a luglio), dal 50º al 58º parallelo ha un clima subartico, con inverni freddi (medie di gennaio da −10° a −21°) ed estati fresche (medie di luglio tra i 12° e i 20°). A nord del 58º parallelo il clima è artico a causa della corrente fredda del Labrador: nessun mese ha medie superiori a 10°, quelle di gennaio arrivano a −24°, vi sono gli orsi polari, vi crescono solo muschi e licheni, le medie sono sotto zero per 8 mesi. Nell’interno del Labrador il clima è circa dello stesso tipo per la latitudine ma gli inverni sono un po’ più freddi e le estati un po’ più calde (Kuujiiaq, circa 58° N, ha estremi di gennaio di −19°/−28° e di luglio di 5°/17°; in altri posti a gennaio si arriva a −28° di media). D’estate nelle regioni costiere le temperature più alte si aggirano intorno ai 20 °C, mentre all’interno le temperature medie estive variano tra i 25 e i 30 °C con punte di 40 °C.

Passaporto con validità – consigliata, ma non obbligatoria – di almeno sei mesi dalla data di ingresso nel Paese. Per un soggiorno breve fino a sei mesi non vi è obbligo di visto ma munirsi prima della partenza dell’Electronic Travel Authorization” (eTA), simile all’ESTA statunitense, da richiedere attraverso una procedura on-line; ed avere un passaporto valido per tutta la durata del soggiorno previsto. Per studio o lavoro sono necessari visti particolari.

Nessuna.

Internazionale.

Quello che oggi è il Canada un tempo era popolato da Indiani e tribù Inuit. I vichinghi furono i primi esploratori europei a visitare il paese, nel decimo secolo. Dal 1496, esploratori inglesi e francesi navigarono verso il Canada in numerose occasioni. Nel 1608 la Francia fondò una colonia chiamata Quebec, che fu presto ingrandita fino a coprire gran parte di quello che oggi si chiama Canada. Il Quebec, conosciuto anche come Nuova Francia, divenne una provincia francese nel 1663. Questa prima colonia iniziò un trend, e dal 1670 in avanti, anche gli inglesi fondarono delle colonie. L’intero Canada si arrese al controllo britannico nel 1763 dopo che la Francia fu sconfitta dagli inglesi nella guerra dei sette anni. Questa importante vittoria del Generale Wolfe nella Piana di Abramo, portò alla caduta della città di Quebec, e rimane una delle più grandi vittorie nella storia militare. Gli inglesi permisero alla colonia di Quebec di mantenere la propria cultura e lingua francese, per venire incontro alla maggioranza della sua popolazione. Comunque, nel 1791, a seguito di una protesta dei coloni britannici, il Quebec venne diviso in una parte settentrionale inglese ed in una parte meridionale francese. Ad entrambe le colonie venne concessa una forma di governo parzialmente autonomo. Nel 1812 gli americani invasero il Canada ma furono respinti da un miscuglio di milizie canadesi e britanniche. Gli americani furono sorpresi dal fatto che i canadesi francesi riuscirono a resistere, e rimasero scioccati quando Washington fu bruciata. Nonostante questa prova di unità dei canadesi, le ribellioni del 1873 nell’Alto e nel Basso Canada furono immediatamente fermate dalle armate britanniche. Nel 1841, l’Alto Canada ed il Basso Canada vennero uniti come colonia britannica della provincia canadese. Nel 1848 il Canada divenne uno stato parlamentare e nel 1867 le colonie britanniche del New Brunswick, della Nuova Scozia ed il Canada vennero unificate come il Dominio del Canada, una federazione parlamentare. Il Canada divenne una stabile democrazia. I canadesi combatterono a fianco degli inglesi durante la prima guerra mondiale. Nel 1921 fu introdotto il suffragio universale. Il Canada divenne un paese completamente indipendente nel 1931. Durante la seconda guerra mondiale il Canada ha combattuto con gli alleati inglesi contro la Germania, e dopo la guerra è rimasto un attivo membro del Commonwealth. La regina inglese, Elizabeth II, resta il capo di stato del Canada, ed il suo rappresentante, il Governatore Generale, agisce in suo nome nel paese, sebbene questa sia una posizione puramente cerimoniale.

Le informazioni ivi contenute hanno puro carattere informativo, non si risponde di eventuali inesattezze e si invita a consultare gli aggiornamenti tramite le competenti autorità. Queste informazioni sono state realizzate attingendo: alla pagina dei tassi di cambio giornalieri comunicati dalla Banca d’Italia alla data del 31 dicembre 2014 per la valuta;  agli standard elettrici nel mondo pubblicati su Wikipedia per elettricità e prese;  alle informazioni inerenti capitale, abitanti, estensione, fuso orario, lingua,  documenti d’accesso, indicazioni sanitarie, patente automezzi, indicazioni speciali, contenute sul sito della Farnesina www.viaggiaresicuri.it nelle date comprese tra il 10 novembre e il 30 dicembre 2014.

Per il viaggio su misura dei tuoi desideri, o per i prezzi dei nostri pacchetti, compila i campi qui sotto oppure scrivici a info@mondoemozioni.com

Print Friendly, PDF & Email
Share This