Liechtenstein

Bandiera Liechtenstein

Capitale Vaduz
Abitanti 36.842
Estensione  Kmq 160
Valuta Franco svizzero  CHF 1,2024=1€
Fuso orario Stessa ora italiana
Elettricità  230 V, presa J
Lingua Tedesco
Aeroporti  Zurigo ZRH, St. Gallen-Altenrhein ACH

Vaduz è la capitale del principato del Liechtenstein. Nel centro storico si trovano da secoli specialità gastronomiche, la locanda Gasthof Löwen ad esempio esiste dal 1380. Il Museo d’Arte Kunstmuseum Liechtenstein ospita una delle raccolte private più antiche d’Europa in un edificio moderno e oggetto di premi. Nel Landesmuseum, il Museo Nazionale, è esposta la storia del Principato, mentre ogni filatelico dovrebbe fare una visita al Briefmarkenmuseum, il Museo filatelico. Il Castello di Vaduz è il simbolo del Liechtenstein e sede della Famiglia Reale.

E’ inoltre una stazione termale e una città ricca di locali alla moda, alcuni dei quali risalenti al periodo della Belle Epoque. Suggestivo è il rito del tè del pomeriggio, presso le terme, con la possibilità di scelta tra le varie tradizioni, giapponese, cinese o thailandese.

Balzers, 5.000 abitanti del principato del Liechtenstein, che ne fanno la quarta località del paese per popolazione, deve la sua importanza all’eliporto (in uno Stato senza aeroporti) e al Castello Gutenberg, che domina l’abitato sin dal lontano XIII secolo. Gutenberg è uno dei cinque castelli del principato ad essere arrivato fino ai giorni nostri perfettamente preservato. A differenza Castello di Vaduz, la capitale del Principato, il castello di Gutenberg non è mai stato utilizzato come residenza della famiglia principesca. Il castello si trova su di una collina che domina il piccolo centro di Balzers, da dove è raggiungibile tramite una strada, che ovviamente si chiama la strada del castello (Burgweg). Una bella passeggiata tra i vigneti, con in premio una splendida vista sulla valle e sulle Alpi. I bastioni del castello sono visitabili tutto l’anno, mentre la cappella e il giardino, ricostruito nel 2010, sono aperti al pubblico di domenica, dalle 10 alle 19, durante la stagione turistica estiva (1 maggio-31 ottobre). Su prenotazione sono disponibili anche visite guidate.

Schaan è il comune più popoloso del principato del Liechtenstein.

Triesenberg è situato su una terrazza sopra Vaduz. Tali paesini offrono la possibilità di godersi il paesaggio alpino e concedersi qualche giorno a contatto con la natura, lontani dalla folla.

Malbun

Situata a quota 1600 metri alla fine della strada che proviene da Vaduz, sembra una località ai limiti estremi del pianeta. In realtà è meno solitaria di quanto si possa pensare e in alta stagione è molto affollata. In genere, tuttavia, è una località tranquilla e rilassante, adatta soprattutto alle famiglie. Sciare è sostanzialmente economico, sebbene vi siano solo 23 km di piste; i sentieri escursionistici attraversano un paesaggio meraviglioso. Nei periodi di bassa stagione Malbun è pressoché deserta.

Il Liechtenstein ha un clima alpino con estati calde ed umide e temperature medie fra i 21 e i 28 gradi. Temporali e qualche grandinata possono manifestarsi nei mesi di luglio ed agosto. Durante i mesi invernali le temperature possono scendere fino a -15 gradi e la neve copre gran parte del territorio. Un vento caldo proveniente dal sud, conosciuto come Föhn, influisce molto sul clima lungo tutto l’anno.

Passaporto o carta d’identità valida per l’espatrio con validità residua superiore al periodo di permanenza.

Nessuna.

Patente italiana. Si ricorda a chi guida all’estero un’auto non propria che è consigliabile avere una delega a condurre del proprietario con firma autenticata.

La famiglia austriaca dei Liechtenstein acquistò rispettivamente nel 1699 e nel 1713 i feudi di Vaduz e di Schellenberg, trasformati poi nel 1719 in principato indipendente nell’ambito del Sacro Romano Impero con il nome di Liechtenstein. All’epoca di Napoleone i francesi s’impossessarono del piccolo principato e vi rimasero per alcuni anni, ma nel 1815 il Liechtenstein riacquistò la sua indipendenza all’interno della nuova Confederazione degli Stati Germanici. Sciolta la Confederazione, nel 1868 il Liechtenstein smobilitò il suo esercito (composto da 80 uomini) e dichiarò la sua neutralità permanente, una condizione poi rispettata anche nel corso dei due conflitti mondiali. Nel 1919 il Liechtenstein affidò la gestione delle sue relazioni esterne alla Svizzera; dalla fine della seconda guerra mondiale in poi l’importanza del paese come centro finanziario continuò a crescere, insieme alla sua prosperità. Il tasso di disoccupazione dell’1,4% (311 persone) registrato nel 1998 è indicativo della ricchezza del paese. Solo tra il 1984 e il 1986 è stato esteso il diritto di voto alle donne in tutto il Paese e nel 1992 un emendamento alla Costituzione ha sancito l’uguaglianza tra uomini e donne. Nel 1989 il principe Hans Adam II succedette a suo padre al trono del principato e nel 1996 la Russia restituì gli archivi della famiglia Liechtenstein, ponendo fine a una disputa tra i due paesi che durava da tempo. Con il 64,3% delle preferenze il principe Hans Adam II ha vinto il referendum del 16 marzo 2003, proponente la bozza della nuova Costituzione che gli riconosce maggiori poteri. Le riforme accettate dalla popolazione concedono al monarca il diritto di licenziare il governo, porre il veto sulla legislazione e nominare giudici. Nel 2004 il principe Hans-Adam ha trasferito parte dei poteri al figlio trentaseienne Alois, ma ha mantenuto la carica di capo di stato. Il Liechtenstein è membro del Consiglio d’Europa.

Le informazioni ivi contenute hanno puro carattere informativo, non si risponde di eventuali inesattezze e si invita a consultare gli aggiornamenti tramite le competenti autorità. Queste informazioni sono state realizzate attingendo: alla pagina dei tassi di cambio giornalieri comunicati dalla Banca d’Italia alla data del 31 dicembre 2014 per la valuta;  agli standard elettrici nel mondo pubblicati su Wikipedia per elettricità e prese;  alle informazioni inerenti capitale, abitanti, estensione, fuso orario, lingua,  documenti d’accesso, indicazioni sanitarie, patente automezzi, indicazioni speciali, contenute sul sito della Farnesina www.viaggiaresicuri.it nelle date comprese tra il 10 novembre e il 30 dicembre 2014.

Per il viaggio su misura dei tuoi desideri, o per i prezzi dei nostri pacchetti, compila i campi qui sotto oppure scrivici a info@mondoemozioni.com

Print Friendly, PDF & Email
Share This