Sri Lanka

Bandiera Sri Lanka

Capitale Colombo
Abitanti 20.260.000
Estensione  Kmq 65.610 
Valuta Rupia Sri Lanka  
LKR 159,347=1€

Fuso orario  +4h30’, +3h30’ se ora legale in Italia
Elettricità 230 V, presa DM
Lingua Cingalese e tamil
Aeroporti  Colombo

Colombo, la capitale, sorge sulla costa sudoccidentale dell’isola, alla foce del fiume Kelani nell’oceano Indiano. È una città relativamente moderna, piena di grattacieli, rumorosa e con molto traffico. Meritevoli di visita sono il sontuoso e modaiolo quartiere di Cinnamon Gardens, il quartiere di Fort, centro dei commerci cittadini, e la zona di Pettah Bazar, molto animata e vivace. Dal punto di vista culturale, da non perdere il National Museum, la Art Gallery, la Queen’s House e i templi sparsi per la città dedicati a Buddha. Il panorama più suggestivo può essere colto dalla Torre dell’Orologio. Per via del conflitto e dei frequenti attentati, generalmente è consigliato al turista di soffermarsi nella capitale il minor tempo possibile.

Kandy, 90 km a nord-est di Colombo, è una pittoresca cittadina, naturalmente fortificata dal lago e dalle tante colline che la circondano. Sede di un’università (a Peradeniya) e di un Museo Nazionale, è una vera e propria roccaforte culturale dove i costumi, le antiche forme di arte e artigianato, i riti e le tradizioni sono strenuamente conservati. Il monumento più importante è il tempio ottagonale di Dalada Maligawa che conserva un dente di Buddha ed è motivo, perciò, di continui pellegrinaggi da tutto il mondo. Da visitare, inoltre, il giardino botanico reale (Botanical Gardens di Peradeniya), il National Museum e l’Association & Cultural Centre, che ospita di frequente interessanti manifestazioni.

Anuradhapura, nel settore centrosettentrionale dell’isola, fu la capitale del Paese dai tempi più antichi fino agli inizi del IX secolo. Fondata nel 380 a.C., è stata sempre ricca di sontuosi palazzi e grandi templi. Da ammirare i resti archeologici di quello che fu l’impero cingalese: gli stupa di Thuparama (la più antica struttura di santuario circolare, IV-III secolo a.C.), di Mirisivati e di Ruwanweli o Maha thupa (entrambi risalenti al II secolo a. C), di Abhayagiri (caratterizzato da avancorpi rivolti ai quattro punti cardinali, I secolo a.C.-II d.C.), di Jetavana (sec. IV d.C.). Bellissimo esempio di architettura rupestre è il vihara di Isrumuni, mentre la ricchezza dell’antica architettura civile è documentata da rovine dei secoli III-II a.C. Bellissima la produzione scultorea che adorna i vari edifici, in forme e motivi di bassorilievi, stele e pietre lunate, e soprattutto la produzione statuaria, della quale notevole esempio è il colossale Buddha seduto del V secolo.

Nuwara Eliya, che sorge a 1881 m sul versante meridionale del monte Pidurutalagala, 100 km a est di Colombo, si caratterizza per l’aspetto elegante dell’architettura, per le ville in stile vittoriano, le aree verdi perfettamente curate e i palazzi di epoca coloniale.

Adam’s Peak (in singalese Sri Padastanaya o Samanaliya), nel massiccio centrale dell’isola, si innalza (2243 m) con ripido pendio dal terreno circostante. È la montagna sacra meta di pellegrinaggi, sulla cima si trova una grande impronta attribuita ad Adamo, Buddah o Schiva rispettivamente da musulmani, buddisti e induisti.

Sigiriya: è un sito archeologico dello Sri Lanka centrale. Contiene le rovine di un antico palazzo, costruito durante il regno di re Kasyapa (477 – 495 d.C.). È uno degli otto Patrimoni dell’umanità dello Sri Lanka, ed una delle attrazioni preferite dai turisti stranieri. La roccia su cui sorge Sigiriya è composta da una dura placca magmatica eredità di un vulcano eroso. È in un luogo sopraelevato rispetto alle pianure circostanti, visibile per chilometri. La roccia si trova su una collina dai pendii scoscesi. L’altezza della collina è di 370 metri ed è a picco su tutti i lati. Ha una forma ellittica ed una sommità piatta che scende lentamente in direzione dell’asse lungo dell’ellisse. Sigiriya, considerata da alcuni l’ottava meraviglia del mondo, è composta da un antico castello eretto da re Kasyapa nel quinto secolo. Il sito archeologico di Sigiriya contiene i resti del palazzo maggiore costruito sulla sommità piatta della collina, una terrazza di medio livello che comprende la Porta dei Leoni ed un muro con affreschi, il palazzo secondario che si arrampica sui pendii sotto la roccia, ed i fossati, le mura ed i giardini che si estendono per centinaia di metri oltre il bordo della roccia. Il sito fungeva sia da palazzo sia da fortezza. I ruderi rimasti sono sufficienti per permettere ai turisti di restare stupefatti della semplicità ed allo stesso tempo della creatività dei suoi architetti. Il palazzo maggiore situato sulla cima della roccia comprende delle cisterne tagliate nella roccia che contengono ancora acqua. I fossati e le mura che circondano il palazzo inferiore posseggono ancora una bellezza che evoca quella originaria.

Dambulla: si trova nella Provincia Centrale dello Sri Lanka, 148 km a nord-est di Colombo e 72 a nord di Kandy. E’ considerato Patrimonio dell’Umanità dell’UNESCO. Le attrazioni principali della città sono i grandi monasteri ben conservati ed il Rangiri Dambullu, uno stadio internazionale dedicato al cricket, famoso per essere stato costruito in soli 167 giorni. La città può vantare anche il più grande complesso montuoso di quarzo rosa dell’Asia meridionale, e la foresta di Namal Uyana. Si pensa che l’area fosse abitata fin dal terzo secolo a.C. Le statue ed i dipinti delle grotte risalgono al primo secolo a.C., ma vennero restaurati nell’undicesimo, dodicesimo e diciottesimo secolo. Le grotte fornirono rifugio a re Valagamba (chiamato ancheVattagamini Abhaya) durante il suo esilio dal regno di Anuradhapura durato 14 anni. I monaci buddisti meditavano nelle grotte di Dambulla mentre difendevano il re esiliato dai suoi nemici. Quando re Valagamba riconquistò il trono di Anuradapura, nel primo secolo a.C., eresse uno stupendo tempio di roccia a Dambulla, come segno di gratitudine per i monaci. È il tempio di roccia meglio conservato dello Sri Lanka. Le torri di 160 metri sovrastano le pianure circostanti. Vi sono oltre 80 grotte riconosciute nel circondario. Le principali attrazioni sono sparse in 5 diverse grotte, e comprendono statue e pitture. Quasi tutte queste opere si riferiscono al Buddha ed alla sua vita. Vi sono un totale di 153 statue del Buddha, 3 di re dello Sri Lanka e 4 di altri dei o divinità. Queste ultime quattro riguardano due statue di divinità indù, Viṣṇu e Ganesha. I murali coprono un’area di 2.100 m². Le immagini sui muri delle grotte raffigurano, tra le altre cose, la tentazione subita da Buddha ad opera di Mara ed il suo primo sermone.

Orfanotrofio degli elefanti di Pinnawela: L’orfanotrofio degli elefanti è stato aperto dal governo nel 1975 con quattro piccoli elefanti orfani. Oggi ci sono oltre 70 elefanti ed è il più grande orfanotrofio per elefanti nel mondo.  Si trova vicino alla città di Kegalle.  I piccoli elefanti sono rimasti orfani perchè i loro genitori sono stati vittime dei bracconieri o hanno avuto incidenti o conflitti con i contadini dei villaggi. Alcuni elefanti presenti qui sono molto piccoli, alcuni addirittura neonati perchè nati all’interno dell’orfanotrofio (ogni anno circa nasce un elefante). Ci sono molti elefanti giovani e vigorosi, e i più anziani si prendono cura dei più piccoli.

Bentota: è la capitale degli sport acquatici, con la celebre spiaggia bordata di palme, molto frequentata, dove però, anche in alta stagione si può trovare un angolo appartato sulla riva dell’estuario, che si allarga in una laguna indicata per windsurf, sci nautico e vela. Proseguendo per qualche km si entra nella zona protetta dove le tartarughe marine approdano a deporre le uova.

Galle: cioè roccia nera, è la più importante città della costa meridionale. Gli Olandesi vi hanno lasciato tracce profonde, evidenti nella cittadella fortificata, oltre che nell’arte della lavorazione dei pizzi.

Hikkaduwa: è il tempio del turismo giovanile in Sri Lanka. Oltrepassando il vecchio nucleo di case, Hikkaduwa si allunga in una striscia di chilometri fatta di pensioncine, caffetterie, ritrovi e ristoranti. Il mare offre una splendida barriera per i subacquei, onde ideali per il surf, una spiaggia ben tenuta. La zona più rinomata è quella del corallo, da esplorare con pinne e maschera, al riparo dalle onde, per un tranquillo snorkeling a tu per tu con i pesci tropicali.

Koggala: con tratti di spiaggia deserta da sogno. Lungo questa parte della costa durante l’alta marea vedrete pescatori sui trampoli appollaiati precariamente sopra le onde. Ogni pescatore staziona e getta la canna da pesca da un palo piantato saldamente sul fondo del mare. Le posizioni dei pali si tramandano di padre in figlio e sono molto ambite.

Mihintale: è addirittura la culla del buddismo cingalese, era una cittadella di monaci, che funzionava anche da ospedale ayurvedico per Anaradhapura. Anche a Mihintale il fascino della visita sta soprattutto nella ripida ascesa sul costone roccioso, fra un refettorio, un dagoha, un leone rampante in pietra e una piscina dall’acqua sacra.

Polonnaruwa: fu sepolta dalla vegetazione ed è ritornata alla luce solo con le campagne di scavo nel Novecento. I resti dell’antica capitale sono sparsi su una fetta di territorio lunga otto km. Clou della visita è il Gal Vihara, tempio di roccia nera. Tre delle quattro statue di Buddha che vi si trovano (il Maestro in piedi, il Maestro seduto in meditazione, il Maestro disteso) vanno considerati veri e propri capolavori dell’iconografia buddista. Proseguendo nella visita, si incontra il Bagno del Loto, una grande vasca purificatrice, poi il tempio del Tivanka Pilimage con notevoli affreschi. Poco oltre si staglia il Rankot Vihara, il più grande dagoha di Polonnaruwa, 175 metri di circonferenza, 55 di altezza.

Parchi naturali

Parco Nazionale Bundala Situato sulla costa meridionale del Paese, è la principale riserva naturale dello Sri Lanka e un vero e proprio santuario per gli appassionati di bird watching, in quanto nella laguna abitano tutte le specie di uccelli d’acqua.

Parco Nazionale Yala (Ruhuna) Si estende all’estremità sudorientale dell’isola, su una superficie di circa 1259 kmq, all’interno dei quali si trovano numerosi laghetti e pozze d’acqua che consentono a elefanti, coccodrilli, leopardi e orsi labiati di sopravvivere. È consigliabile il noleggio di una jeep nella vicina Tissamaharama, anche se la visita è permessa solo in un settore del parco.

Parco Nazionale Uda Walawe Posto a 170 km a sud-est di Colombo, nei distretti di Ratnapura e Monaragala, è particolarmente ricco di specie vegetali e animali, dagli elefanti ai cervi, ai cinghiali e a una grande varietà di uccelli.

Parco Nazionale Wasgamuwa Si trova a circa 200 km da Colombo, nei distretti di Polonnaruwa e Matale tra i fiumi Mahaweli e Amba. È un esempio magnifico di foresta tropicale sempreverde.

Parco Nazionale Nuwara Eliya Ha uno splendido paesaggio collinare ricco di specie animali e vegetali endemiche.

Spiagge

Lo Sri Lanka è ricco di spiagge attrezzate ad accogliere un turismo balneare di tipo occidentale. La costa sudoccidentale è la regione più bella ma, essendo anche la più umida dell’isola, non sempre risulta la scelta migliore. Il litorale di Hikkaduwa è molto rinomato per la splendida barriera corallina. Da non perdere anche le spiagge di Jaffna, in particolare Casuarina Beach, una delle più suggestive del Paese. È consigliabile, prima di recarsi al mare, verificare che l’accesso non sia vietato agli stranieri, come sovente accade.

Clima tropicale monsonico e caldo umido. La stagione monsonica delle piogge va da maggio a settembre nelle regioni sud-occidentali e, da novembre ad aprile in quelle nord-orientali. Tuttavia, ultimamente le stagioni sono diventate meno prevedibili, ed anche nei periodi non monsonici possono verificarsi frequenti acquazzoni. Le temperature medie vanno da 28 a 33 gradi centigradi. All’interno, nella zona altipianica e montagnosa, il clima è più temperato e fresco fino a raggiungere i 2-3 gradi in alcune località di alta montagna. Il periodo migliore è tra dicembre e aprile, mentre per le coste settentrionali ed orientali tra febbraio e settembre. I mesi più piovosi sono maggio e giugno.

PASSAPORTO con validità residua 6 mesi e  VISTO ETA (elettronico al costo di 30 dollari USA, oppure 35 se fatto in aeroporto).

Valutare vaccinazioni epatite A e B, colera e tetano, non obbligatorie.

Italiana con richiesta anticipata di permesso provvisorio di 30gg al costo di 1000 LKR, tempo per il rilascio 30gg. ASSICURAZIONE locale stipulata anche in anticipo; guida a sinistra.

Lo Sri Lanka è un Paese estremamente affascinante per la cultura, la storia e le tradizioni che lo contraddistinguono, frutto delle molte popolazioni giunte sull’isola in epoche diverse e che ancora oggi formano gruppi etnici omogenei, legati al proprio passato. Purtroppo lo stato di continua guerriglia che nel Nord del territorio vede contrapporsi Tamil e maggioranza cingalese, ha in parte macchiato l’immagine di Paese dalla spiritualità quasi paradisiaca. Oltre a un paesaggio verdeggiante di grandi parchi, montagne, pianure, estese piantagioni di tè, l’isola conserva reperti storici di grande valore. I santuari, i monasteri e i numerosi templi testimoniano la forte civiltà e la radicata cultura legata alla religione buddista. Un viaggio in Sri Lanka, quindi, trascorre all’insegna di itinerari carichi di significato storico e di paesaggi incantevoli, rilassanti e incontaminati.

Le informazioni ivi contenute hanno puro carattere informativo, non si risponde di eventuali inesattezze e si invita a consultare gli aggiornamenti tramite le competenti autorità. Queste informazioni sono state realizzate attingendo: alla pagina dei tassi di cambio giornalieri comunicati dalla Banca d’Italia alla data del 31 dicembre 2014 per la valuta;  agli standard elettrici nel mondo pubblicati su Wikipedia per elettricità e prese;  alle informazioni inerenti capitale, abitanti, estensione, fuso orario, lingua,  documenti d’accesso, indicazioni sanitarie, patente automezzi, indicazioni speciali, contenute sul sito della Farnesina www.viaggiaresicuri.it nelle date comprese tra il 10 novembre e il 30 dicembre 2014.

Per il viaggio su misura dei tuoi desideri, o per i prezzi dei nostri pacchetti, compila i campi qui sotto oppure scrivici a info@mondoemozioni.com

Print Friendly, PDF & Email
Share This