Emirati Arabi Uniti

Bandiera Emirati Arabi Uniti

Capitale Abu Dhabi
Abitanti 8.000.000
Estensione  Kmq 83.600 
Valuta Dirham AED 4,45942=1€
Fuso orario  +3h, +2h se ora legale in Italia
Elettricità  220 V, presa CDG 
Lingua Arabo
Aeroporti  Abu Dhabi, Dubai, Ras al-khaimah

Abu Dhabi è la capitale dello Stato e il capoluogo dell’Emirato omonimo, il maggiore dei sette, che oltre alla fascia costiera comprende un vasto retroterra con l’oasi di Al Jiwa, alcuni villaggi dell’oasi di Buraimi e numerose isolette. La città si caratterizza per l’estrema modernità, tanto che ad alcuni turisti può apparire come una città senz’anima. Abu Dhabi invece, pur non essendo forse la località più attraente degli Emirati, conserva alcuni simboli del proprio substrato più antico e tradizionale come il vecchio suq, situato in una piccola area a est di piazza Al-Ittihad. Si segnala la presenza di svariati musei d’arte di notevole importanza e convenzionati con i più importanti musei quali il Louvre di Abu Dhabi, il Guggheneim di Abu Dhabi. Inoltre sull’isola artificiale di Yas si trova lo spettacolare circuito di F1 di Yas Marina, un grande parco acquatico, un parco a tema cinematografico della Warner Bros, svariati ristoranti e campi da golf ed il primo parco tematico esistente al mondo dedicato alla rossa più famosa d’Italia, la Ferrari. (Ferrari World che si trova in piazza Enzo Ferrari). Inoltre si può prendere parte alle visite guidate dell’Abu Dhabi Falcon Hospital polo d’eccellenza riconosciuto universalmente dove si potranno ammirare le voliere che ospitano gli uccelli, esplorare il museo che illustra il nobile sport della falconeria praticato nel deserto o anche provarlo nei verdi giardini dell’ospedale.

Appena fuori dalla città si trova Al Badeyah Camp dove potrete effettuare dei veri e propri safari nel deserto e poi tornare tra le comodità della Abu Dhabi moderna.

Dubai (in arabo Dubayy) è il capoluogo dell’Emirato omonimo, posto tra Sharjah (a est) e Abu Dhabi (a sud e a ovest). Considerata l’Hong Kong araba, deve il suo benessere al grande sviluppo delle attività commerciali. Simbolo del capitalismo, è celebre sia per la sua vita notturna sia per una tolleranza e uno sfarzo introvabili nel resto del Golfo. Si segnalano infinite attrazioni, come l’isola della “Palma”, il Bury El Arab (lussuoso hotel conosciuto come “La Vela” a causa della sua forma), il Dubai mall, centro commerciale più grande del mondo, l’isola creata artificialmente a forma di mondo, il Burj Khalifa che è il grattacielo più alto esistente al mondo, lo Ski Dubai dove si può sciare all’interno di un centro commerciale e tante altre attrazioni. L’Emirato consta in realtà di due città: Deira a est (centro della metropoli) e Dubai a ovest. A questo proposito una visita obbligata riguarda proprio al-khor, il canale che divide i due agglomerati urbani, proseguendo poi per il Dubai Museum, nel Forte di Al Fahidi, e per il quartiere di Bastakia, nel quale alcune case conservano le ‘torri del vento’. La Grande Moschea è stata ricostruita nel 1998 e ha un minareto di 70 m. Il Palazzo Reale, situato in una posizione da cui si domina il Golfo, è del 1800.

Sharjah è il capoluogo dell’Emirato omonimo, 12 km a nord-est di Dubai. Porto commerciale e peschereccio, merita una visita per la sua tipica architettura, la sua Moschea (la più grande dell’intero Paese) e l’attiva vita culturale fatta di teatri, gallerie e musei. I numerosi mercati tipici fanno concorrenza allo shopping offerto da Dubai e i tappeti persi Dubaiani sono certamente tra i prodotti più interessanti da acquistare.

Buraimi: oasi e importante stazione carovaniera con otto villaggi. Si tratta di un’area che vanta numerosi siti archeologici e storici.

Jebel Hafit, a circa 30 km dal centro di Al’ Ayn, offre un panorama che ripaga gli sforzi compiuti per salire sulla cima di questa montagna. Il tragitto da Al’ Ayn è percorribile anche in taxi.

Oasi di Al Ain: Nel cuore di Al Ain, nei pressi del Museo Nazionale di Al Ain, questa impressionante oasi è piena di piantagioni di palme, molte delle quali sono ancora coltivazioni attive. I freschi e ombreggiati sentieri vi conducono dal calore e dai rumori della città ad un rifugio tranquillo; tutto quello che sentirete sarà il canto degli uccelli e il fruscio delle fronde delle palme. Utilizzando un sistema di irrigazione di più di 3.000 anni fa, il falaj, l’Oasi di Al Ain dispone di un’affascinante serie di canali di irrigazione che alimentano le piantagioni di palma in questo paradiso che si sviluppa all’interno della città. Si estende per 1200 ettari (circa 3.000 acri) e contiene più di 147.000 palme da dattero di 100 varietà diverse. Scegliete uno degli otto diversi ingressi per scoprire come innumerevoli generazioni abbiano attinto dai pozzi sotterranei per mantenere verde la loro città. Degno di visita è il forte Al Jahili ed il caratteristico mercato dei cammelli.

Parchi naturali

Riserva dell’isola di Sir Bani Yas- Parco del deserto di Sharjah Negli Emirati Arabi è molto sentito il problema della protezione ambientale, tanto che sono sorti molti parchi naturali, dove orici arabi e gazzelle si muovono in libertà e dove vengono allevate specie a rischio di estinzione, per restituirle ai loro habitat naturali.

Kalba A sud di Fujairah, famosa per una foresta di mangrovie unica in Arabia. Si tratta di un’area protetta ricca di uccelli, dove è presente il rarissimo e autoctono Khor Kalba, il martin pescatore dal collare bianco. Hili Gardens A circa 8 km a nord dal centro di Al’ Ayn, si trova una combinazione di parchi pubblici e siti archeologici. L’attrazione principale è costituita da una tomba risalente al 3000 a.C. denominata Round Structure.

Attraversato dal Tropico del Cancro, il Paese ha un clima in prevalenza arido, con temperature elevate, forti escursioni termiche e tassi di umidità che, nei mesi estivi, raggiungono anche il 90%. Durante il periodo estivo (giugno-ottobre) si registrano valori tra 35 e 50 gradi. Nella stagione invernale la temperatura scende a livelli più accettabili: 20-35 gradi di giorno e non meno di 15 gradi la notte. Le precipitazioni sono molto rare e raggiungono, nelle zone pianeggianti e costiere e nelle regioni montuose, rispettivamente i 4,2 ed i 15 cm annui.

PASSAPORTO con 6 mesi di validità e VISIT VISA apposto in aeroporto per 30 giorni.

Nessuna.

Internazionale con assicurazione auto obbligatoria.

Gli Emirati Arabi Uniti sono una terra ricca di contrasti che, negli ultimi trent’anni, ha conosciuto uno sviluppo senza precedenti. Dove fino a poco tempo fa c’erano solo capanne di foglie di palma oggi sorgono imponenti città; autostrade a sei corsie hanno sostituito le piste del deserto; ponti di ardita ingegneria scavalcano bracci di mare che fino a tempi recenti venivano attraversati a guado da cammelli o da barconi a fondo piatto. I turisti possono godere dell’ospitalità dei migliori alberghi del mondo. Dal punto di vista paesaggistico questo Paese offre alcuni dei migliori scorci e panorami del Golfo: le montagne scoscese e le ripide vallate degli Emirati settentrionali, dove vivono il leopardo e il tar (o emitrago dell’Himalaya), le dune scolpite dal vento del Rub al-Khali e le basse pianure costiere. A ciò si aggiungono le città moderne, i parchi industriali, i centri residenziali e le zone agricole altamente produttive e, per finire, un patrimonio archeologico di tutto rispetto, dall’antichissimo sito sull’isola di Marawah, nell’emirato di Abu Dhabi, risalente a 7.500 anni fa, fino alle imponenti tombe circolari di Wadi Suq (4.000-3.300 anni fa), con i loro raffinati gioielli in oro. Nonostante le piccole dimensioni, ogni Emirato vanta ben precise caratteristiche. Abu Dhabi, per esempio, è una delle città più moderne del mondo, mentre Dubai, con il suo leggendario duty-free shop, è senza dubbio il centro più vitale del Golfo.

Le informazioni ivi contenute hanno puro carattere informativo, non si risponde di eventuali inesattezze e si invita a consultare gli aggiornamenti tramite le competenti autorità. Queste informazioni sono state realizzate attingendo: alla pagina dei tassi di cambio giornalieri comunicati dalla Banca d’Italia alla data del 31 dicembre 2014 per la valuta;  agli standard elettrici nel mondo pubblicati su Wikipedia per elettricità e prese;  alle informazioni inerenti capitale, abitanti, estensione, fuso orario, lingua,  documenti d’accesso, indicazioni sanitarie, patente automezzi, indicazioni speciali, contenute sul sito della Farnesina www.viaggiaresicuri.it nelle date comprese tra il 10 novembre e il 30 dicembre 2014.

Per il viaggio su misura dei tuoi desideri, o per i prezzi dei nostri pacchetti, compila i campi qui sotto oppure scrivici a info@mondoemozioni.com

Print Friendly, PDF & Email
Share This