Corea del Sud

Bandiera Sud Corea

Capitale Seoul
Abitanti 48.260.000
Estensione  Kmq 99.601 
Valuta Won sudcoreano   
KRW 1324,80=1€

Fuso orario  +8h, +7h se ora legale in Italia
Elettricità  220 V, presa CF
Lingua Coreano
Aeroporti  Seul Incheon ICN, Daegu TAE

Seoul (o Soul) è situata a breve distanza dal confine con la Corea del Nord, sul basso corso del fiume Han e ai piedi del monte Bughan. È il maggior centro culturale (sede di ben 11 università), amministrativo ed economico del Paese, collegato da una efficiente rete stradale e ferroviaria ad altre importanti città, quali Mokp’o e Pusan, e a Inch’on, suo porto sul mar Giallo da cui dista una trentina di km. La capitale coreana si caratterizza per la convivenza del tutto particolare tra modernità e tradizione. Alle recenti strutture si alternano palazzi, templi, giardini risalenti a secoli fa e che, grazie agli stanziamenti del Governo coreano, conservano ancor oggi l’antico splendore. Il Kyongbokkung, per esempio, è il magnifico palazzo fatto costruire nel 1392 dal fondatore della dinastia Yi, Taeyo, e divenuto nel 1867 momentanea residenza dei regnanti. Incantevole il Giardino Segreto costruito nel 1405 sotto la dinastia Choson e costituito da 44 ettari di terreno con ben 41 padiglioni, boschi, fiori di loto, laghi, giardini cinesi e giapponesi; è situato all’interno del palazzo Ch’angdokkun, dichiarato dall’UNESCO patrimonio dell’umanità, ed è l’esempio più notevole dell’architettura monumentale e dell’arte dei giardini dell’Estremo Oriente. A due passi da Ch’angdokkung, un altro antico tesoro, Chongmyo, anch’esso monumento protetto dall’UNESCO, sembra un’oasi immersa in un universo senza tempo: vi si trovano le tavole funerarie dei re e delle regine Choson (1392-1910). Incendiato nel corso dell’invasione giapponese del 1592, deve il suo splendore attuale alla ricostruzione avvenuta nel 1608. Chongmyo è diviso in due parti: Chongjon, il palazzo principale, lungo più di 100 m, e Yongnyonjon. Dall’altro lato si trovano la Seoul Tower, a Namsan (South Mountain), che offre una bella vista panoramica della città, e l’isola di Youido, sul fiume Han, sede dell’Assemblea Nazionale e della Borsa e certamente una delle zone più lussuose della capitale.

Kyongju, a 50 km a est di Taegu, corrisponde all’antica capitale, fiorente soprattutto durante il periodo del grande regno di Shilla (sec. VII-X). La città conserva l’impianto urbanistico originario, perfezionato tra i secoli III-VII secondo i modelli delle capitali cinesi. Del periodo di maggiore sviluppo restano parti del tempio di Pulgk’sa e il santuario rupestre di Sokkulam (o Sokkuram) contenente una grande statua di Buddha, attorniata da una serie di bassorilievi parietali raffiguranti altri personaggi del pantheon buddistico. Anche questo luogo è stato dichiarato dall’UNESCO patrimonio dell’umanità.

Pusan (o Busan) si trova a 45 km a est di Masan, sullo stretto di Corea e sull’estuario del fiume Naktong. Seconda città del Paese per popolazione dopo Seoul, cui è collegata dalla ferrovia, è costituita da costruzioni che si sono affiancate in maniera disordinata e caotica creando, specie nel dopoguerra coreano, una serie di baraccopoli. Dotata di una vasta area utilizzata a scopo industriale, è soprattutto un attivo porto commerciale, particolarmente rivolto agli scambi con il Giappone, cui è collegata mediante un servizio di navi traghetto. Dalla torre Pusan si può vedere il panorama della città. Per coloro che amano il divertimento, assolutamente da non perdere Texas Street, zona ricca di locali, pub, ristoranti e circoli musicali.

Monte Seorak: Con i suoi 1708 metri di altitudine Seoraksan si trova nella provincia di Gangwon nella Corea del Sud e, risulta la terza montagna nazionale più alta dopo il vulcano Hallasan nell’isola Jeju e la montagna Jirisan. Seoraskan fa inoltre parte di un parco nazionale vicino alla città di Sokcho. Questo parco (Seoraksan National Park) accoglie molti turisti nazionali e internazionali durante tutto l’anno anche se il miglior periodo per visitarlo è l’autunno.

Tempio di Bulguksa: è un complesso di templi buddhista che si trova nella provincia di North Gyeongsang, in Corea del Sud. Esso è uno dei principali luoghi di interesse storico del paese e nel 1995 è stato inserito nell’elenco dei Patrimoni dell’umanità dell’UNESCO insieme al Tempio sotterraneo di Seokguram, che si trova 4 chilometri a est del complesso principale, considerato un capolavoro dell’arte del periodo del regno Silla.

Tempio sotterraneo di Seokguram: è un eremo che fa parte del complesso del Tempio di Bulguksa. Esso si trova 4 chilometri a est della parte principale del complesso, sul monte Tohamsan, nella città di Gyeongju, in Corea del Sud. La grotta sovrasta il Mar del Giappone e si trova a 750 metri sul livello del mare. Nel 1995 venne inserito nell’elenco dei Patrimoni dell’umanità dell’UNESCO insieme al Tempio di Bulguksa, in quanto contiene alcune delle principali sculture buddhiste del mondo. Secondo la tradizione venne costruito da Gim Daeseong e originariamente il suo nome era Seokbulsa (“Tempio di Buddha in pietra”). I lavori iniziarono nel 742 o nel 751, durante il picco culturale del regno di Silla. La grotta venne ultimata nel 774, poco dopo la morte di Gim. Oggi il tempio è considerato uno dei principali luoghi turistici della penisola coreana, raggiungibile in circa un’ora di trekking dal complesso principale.

Tempio di Haedong Yonggung: caratteristico e scenografico tempio buddista costruito in riva al mare. Distrutto dai Giapponesi durante l’invasione della Corea è stato ricostruito nel 1930. La sua posizione lo rende un luogo speciale.

Tempio di Beomeosa: è un tempio capo Jogye del buddismo coreano in Cheongnyong-dong , Geumjeong-gu , Busan , Corea del Sud . Costruito sulle pendici del Geumjeongsan , è uno dei più conosciuti templi urbani del paese.

Tombe reali della dinastia Joseon: sono un gruppo di tombe che ospitano i membri della dinastia Joseon della Corea del Sud (1392-1910). Questi monumenti sono entrati a far parte dei patrimoni dell’umanità dell’UNESCO nel 2009. Le tombe sono divise in due categorie. Le tombe di re e regine, e quelle di coloro che furono insigniti postumi del titolo di re o regina, sono di tipo Neung. Le tombe dei principi eredi al trono e delle relative mogli, oltre a quelle degli altri appartenenti alla famiglia reale, erano di tipo Won. Le tombe si trovano in 18 diverse località, e la maggiorparte si trova a 40 chilometri da Hanseong (odierna Seul). Le tombe Jangneung si trovano in Yeongwol, Gangwon, mentre le Yeongneung sono a Yeoju, Gyeonggi. Le tombe possono essere individuali o familiari. Esistono 40 tombe Neung e 13 Won, per un totale di 53 tombe.

Parchi naturali

La Corea del Sud possiede circa 20 parchi nazionali, alcuni dei quali racchiudono anche templi o santuari o sorgenti calde dalle virtù curative; la visita ai parchi presenta quindi molte opportunità: trekking, salute, cultura.

Parco Nazionale del Monte Chirisan

È situato 137 km a NW di Kwangju, a circa 1900 m di altitudine, sul monte omonimo, al suo interno si trovano il Tempio Hwaomsa e reperti archeologici.

Parco Nazionale del Monte Kayasan

64 km a W di Taegu, a 1430 m d’altitudine, racchiude il tempio di Haeinsa, il più famoso della Corea, con 80.000 tavole lignee del Tripitaka buddista.

Parco Nazionale del Monte Songnisan

15 km a est di Poun, conserva uno dei più grandi templi coreani, il tempio Popchusa, al cui interno è stata rinvenuta la più alta statua bronzea di Buddha. Qui si può anche soggiornare: il villaggio turistico Songni-dong all’entrata del parco è dotato di alberghi e di un ostello della gioventù.

Parco Nazionale del Monte Soraksan

Presso il porto di Sokch’o, sulla costa orientale, a 1708 m d’altitudine ,è il più bel parco della Corea, famoso per le rocce granitiche, le valli, le cascate e i templi. Essendo molto apprezzato dai turisti è solitamente affollato.

Parco Nazionale del Monte Halla-san

Sull’isola di Cheju, a 1176 m, è un antico vulcano spento con flora e fauna semi-tropicale.

Parco Nazionale del Monte Kyeryongsan

A ovest di Taejon, vede la presenza di molti bei templi.

Parco Nazionale del Monte Naejangsan

Tra Chonju e Kwangju, a un’altitudine di 763 m, è famoso per i suoi  paesaggi autunnali e per i Templi di Paegyangsa e Naejangsa.

Parco Nazionale del Monte Sobaeksan A 1439 m, racchiude il Tempio di Pusoksa, la più antica costruzione in legno della Corea. Parco Nazionale di Hallyo Haesang- Parco Nazionale di Tadohae Sono parchi marini: il primo racchiude circa 400 isole tra Pusan e Yosu; il secondo, all’estremità sudoccidentale della penisola coreana, protegge isole e spiagge splendide ed è famoso per le foreste di camelie e per le rocce dalle forme fantastiche. Spiagge

Con tre lati bagnati dal mare e circa 3.000 isole il Paese offre grandi possibilità di soggiorno balneare. La temperatura dell’acqua è però sempre piuttosto fresca e solo nella stagione estiva raggiunge i 26° C.

Il clima è di tipo continentale, con inverni rigidi e secchi; la primavera è breve e mite ma è la stagione in cui cominciano le piogge. L’estate, a causa dei monsoni, è caratterizzata da abbondanti precipitazioni e da tifoni, specie sulla costa orientale, e il caldo è afoso.

PASSAPORTO con validità residua 3 mesi. VISTO solo oltre i 90 giorni.

Valutare epatite B e antitifica.

Internazionale, con assicurazione. Noleggio sopra ai 21anni con 12 mesi di guida.

Non solo la capitale ma l’intera Corea del Sud serba ai turisti innumerevoli spunti di visita. Gli amanti della natura potranno godere di paesaggi incantevoli e incontaminati, parchi naturali, cascate di rara bellezza, formazioni laviche e granitiche dalle svariate fogge. Agli amanti delle città i grandi centri sudcoreani offrono ampie possibilità di svago, mercatini in cui trovare oggetti di ogni genere e intensa vita notturna. La Corea del Sud è un Paese legato in modo indissolubile al proprio passato, capace di sorprendere ogni visitatore con le sue vestigia preistoriche e con i suoi templi.

Le informazioni ivi contenute hanno puro carattere informativo, non si risponde di eventuali inesattezze e si invita a consultare gli aggiornamenti tramite le competenti autorità. Queste informazioni sono state realizzate attingendo: alla pagina dei tassi di cambio giornalieri comunicati dalla Banca d’Italia alla data del 31 dicembre 2014 per la valuta;  agli standard elettrici nel mondo pubblicati su Wikipedia per elettricità e prese;  alle informazioni inerenti capitale, abitanti, estensione, fuso orario, lingua,  documenti d’accesso, indicazioni sanitarie, patente automezzi, indicazioni speciali, contenute sul sito della Farnesina www.viaggiaresicuri.it nelle date comprese tra il 10 novembre e il 30 dicembre 2014.

Per il viaggio su misura dei tuoi desideri, o per i prezzi dei nostri pacchetti, compila i campi qui sotto oppure scrivici a info@mondoemozioni.com

Print Friendly, PDF & Email
Share This