Guinea Equatoriale

Bandiera Guinea Equatoriale

Capitale Malabo
Abitanti 1.050.000
Estensione  Kmq 28.051 
Valuta Franco centrafricano  XAF 655,957=1€
Fuso orario La stessa ora, -1h se ora legale in Italia
Elettricità  220 V, presa CE
Lingua Spagnolo, francese
Aeroporti Malabo SSG 

Malabo: capitale del Paese, è situata sulla costa settentrionale dell’isola di Bioko. La città sorge in una posizione davvero spettacolare, tra l’oceano e il Pico Basile, vicino al cratere di un antico vulcano estinto. Da visitare la cattedrale spagnola, il palazzo presidenziale (vietato fotografarlo), alcuni edifici in stile coloniale, i vivaci mercati e i negozietti d’artigianato.

Luba: una piccola città con splendide spiagge deserte a circa un’ora di macchina da Malabo; da visitare il centro di cultura spagnolo e i villaggi di pescatori nei dintorni; vale la pena di fare escursioni verso la zona interna e arrampicarsi sui due vulcani dell’isola, Pico Biao e Pico Basile (3000 m) da dove si gode un panorama mozzafiato. Minibus e taxi collegano Luba con Malabo.

Bata: è la città principale nella regione continentale, non particolarmente interessante dal punto di vista architettonico, ma graziosa e con una vista fantastica; nei dintorni si possono scoprire spiagge stupende.

Ebebiyin: seconda città per grandezza del Río Muni, è piena di vita. A circa 20 km dal centro città si può visitare il museo di Biyabiyan, dove ammirare le caratteristiche sculture della tradizione fang.

L’isola tropicale di Bioko rappresenta uno degli angoli più interessanti dell’intera Africa. La popolazione è quasi tutta concentrata nella zona della capitale. L’isola ha una lussureggiante vegetazione e spiagge di sabbia bianca, il tutto immerso in un’atmosfera coloniale. Considerata una grande riserva naturale, ospita cinquanta specie diverse di piante e rari primati, tenuti sotto costante monitoraggio da numerose organizzazioni internazionali.

Río Muni: la parte continentale della Guinea Equatoriale non offre molto da visitare ma presenta una serie di indimenticabili spiagge sulla costa, solitarie e incantevoli; nei mercati della zona è possibile acquistare meravigliosi oggetti dell’artigianato, in particolare statuine in legno.

Mbini è una graziosa città del Río Muni, a circa 50 km a sud, vanta alcune delle più belle spiagge della zona. È collegata a Bata da minibus e battelli, a Malabo da traghetti e voli aerei.

Elobey Grande ed Elobey Chico: sono altre due isolette della Guinea Equatoriale, situate al confine meridionale con il Gabon. Elobey Grande è poco abitata e la popolazione è molto accogliente e amichevole; Elobey Chico è completamente disabitata, conserva le rovine di un antico centro abitato e per questo sembra una città fantasma. Per raggiungerle occorre arrivare sino al villaggio costiero di Cogo e da qui compiere la traversata in canoa.

SpiaggeLa Guinea Equatoriale ha molte località con belle spiagge, attrezzate per il nuoto e gli sport acquatici.

Il clima della Guinea Equatoriale è caldo-umido tutto l’anno, con abbondanti precipitazioni. Nell’isola di Bioko, dove si trova la capitale, la stagione delle piogge va da luglio a gennaio; l’umidità raggiunge percentuali elevatissime, molto difficili da sopportare per un organismo non abituato. Nella parte continentale piove un po’ meno e le precipitazioni si concentrano in aprile-maggio e ottobre-dicembre.

PASSAPORTO e VISTO con 1 FOTOGRAFIA per autorità in frontiera.

Paese ad alto rischio malarico, valutare vaccinazioni tifo, epatite A e B, meningite. Il vaccino contro la febbre gialla è obbligatorio per tutti i viaggiatori  di età superiore ad 1 anno provenienti da Paesi a rischio di trasmissione della malattia.

Internazionale con assicurazione locale.

Piccolo angolo povero dell’Africa, con una vita politica ad oggi ancora molto travagliata, la Guinea Equatoriale è un Paese con paesaggi splendidi e una vegetazione lussureggiante, che resta comunque ostico da visitare. La parte continentale, un piccolo territorio che s’insinua tra Camerun e Gabon, è una fittissima giungla con liane da favola e vulcani ricoperti di neve. Le spiagge di sabbia bianca e acqua cristallina, sulla costa e intorno alle isole, offrono scenari paradisiaci.

Le città conservano ancora l’architettura coloniale spagnola, ricordo del passato. Attraverso le feste rituali i turisti possono entrare in contatto con la tradizione magica delle popolazioni locali; abira, balélé e ibanga sono solo alcune delle affascinanti cerimonie celebrate per purificare la comunità dall’influenza del diavolo, dove tutti danzano appassionatamente accompagnati dal suggestivo suono di tamburi e sanza.

Le informazioni ivi contenute hanno puro carattere informativo, non si risponde di eventuali inesattezze e si invita a consultare gli aggiornamenti tramite le competenti autorità. Queste informazioni sono state realizzate attingendo: alla pagina dei tassi di cambio giornalieri comunicati dalla Banca d’Italia alla data del 31 dicembre 2014 per la valuta;  agli standard elettrici nel mondo pubblicati su Wikipedia per elettricità e prese;  alle informazioni inerenti capitale, abitanti, estensione, fuso orario, lingua,  documenti d’accesso, indicazioni sanitarie, patente automezzi, indicazioni speciali, contenute sul sito della Farnesina www.viaggiaresicuri.it nelle date comprese tra il 10 novembre e il 30 dicembre 2014.

Per il viaggio su misura dei tuoi desideri, o per i prezzi dei nostri pacchetti, compila i campi qui sotto oppure scrivici a info@mondoemozioni.com

Print Friendly, PDF & Email
Share This